Modello CU

modellocuIl  modello CU 2015 deve essere utilizzato dalle aziende per la certificazione dati derivanti da lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi (ad esempio ritenute d’acconto 1038/1040/ecc).

Per tutto ciò che riguarda personale dipendente e assimilato il servizio di elaborazione ed invio telematico è garantito direttamente da Softer come già accadeva per i modelli Cud.
A partire dall’anno 2015 è entrato in vigore il nuovo adempimento fiscale denominato “Certificazione Unica” che interesserà tutti i sostituti di imposta.
Il nuovo modello prevede nuove e più articolate modalità di predisposizione della certificazione dei redditi di lavoro dipendente (ex CUD) e le accorpa alla certificazione dei redditi di lavoro autonomo, in un unico modello da inviare telematicamente all’Agenzia delle Entrate.
Softer garantisce a tutti i propri Clienti l’utilizzo di una procedura web che permette la compilazione delle certificazioni CU.
Una volta attivato l’ambiente è possibile effettuare il caricamento di tutte le movimentazioni necessarie alla generazione della Certificazione Unica.
L’attivazione della procedura garantisce la possibilità di utilizzo dell’applicativo web per l’intero anno fiscale; in questo modo è possibile gestire tutti i movimenti fatture/pagamenti necessari alla compilazione della Certificazione Unica.
Le principali funzionalità del nuovo software sono:
Ø Gestione nuovo modello ministeriale “Certificazione Unica”
Ø Prospetto dettaglio somme pagate per redditi di lavoro autonomo
Ø Possibilità di importare i dati da file ministeriale Modello 770 (servizio opzionale)
Ø Riepilogo versamenti per redditi di lavoro autonomo
Ø Stampa fiscale modello “Certificazione Unica”
Ø Stampa impegno alla trasmissione telematica
Ø Generazione modelli CU in PDF per invio ai percipienti interessati
Ø Generazione file telematico ministeriale
Grazie a questa soluzione potranno quindi essere gestiti tutti i movimenti contabili dell’anno in corso al fine di predisporre la successiva CU senza necessità di ulteriori inserimenti e/o riprese dati da altre procedure.

È data facoltà ai sostituti d’imposta di suddividere il flusso telematico inviando le certificazioni dati lavoro dipendente ed assimilati separatamente dalle certificazioni dati lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi.